Educazione alla legalità e sostanze stupefacenti

OLYMPUS DIGITAL CAMERAEcco il primo incontro dell’anno nuovo: il giorno 16 gennaio 2013 l’Associazione Interculturale Alba di Como ha ospitato dott. Roberto Bolla, assistente capo della squadra di Como  con il tema di “Educazione alla legalità e sostanze stupefacenti”.

Il dottore Bolla ha iniziato a raccontare le sostanze stupefacenti che creano una dipendenza, come l’ecstasy, una droga leggera fatta di sostanze chimiche, viene assunto innanzitutto nelle discoteche. Dottore Bolla racconta che queste sostanze hanno dei simboli diversi sulla pastiglia che facilita lo scambio ma si usa anche per attirare i ragazzi a comprarlo. “ Le paste, le torte, le cale sono i diversi nomi per definire l’ecstasy” spiega Bolla.

In seguito dott. Bolla ha definito la marijuana iniziando a raccontare facendo vedere la fotografia della pianta della marijuana. Il relatore Bolla ha sottolineato che le foglie in se non hanno alcun effetto nel corpo umano e il principio attivo è il fiore della pianta. La marijuana è una droga leggera ma crea sia una dipendenza fisica ma anche psicologica.

“La nutella è un cibo che si può fare a meno di mangiare ma quando la persona viene a sapere  il gusto della nutella, potrebbe non mangiare alcuni giorni, ma dopo quando non c’è nessuno la mangerà. Il motivo per cui i genitori della ragazza o del ragazzo non vogliono che non mangi sono due: uno perché mangiare troppo di essa fa male, secondo per motivi economici” dicendo così dott. Bolla fa un paragone con le sostanze stupefacenti che una volta si utilizza e entra nel nostro corpo, non si riesce a resistere ad astenere oppure si riesce a resistere ma facendo tanto sforzo.

A seguire sono stati i chiarimenti su hashish, spiegando le sue due forme, LSD, Popper, poco usato tra i giovani e si vende a basso costo, il quale fa aumentare i batti cardiaci e ha effetti negativi simili all’ecstasy ma l’effetto permane di meno.

Pertanto riguarda la cocaina, l’eroina il relatore ha sottolineato un aspetto importante e ha espresso la seguente frase“Tutti sanno ma nessuno ci parla, ecco il motivo per cui siamo qua”. La modalità più comune è quella di inalare la sostanza direttamente per via nasale, sniffata o tirata.  L’eroina é una sostanza sintetica con un forte effetto antidolorifico. Si presenta come una polvere fine oppure in piccoli granuli con colori che vanno dal bianco al marrone chiaro. L’eroina può essere inalata come vapore, fumata o iniettata in vena.

Dopo questa spiegazione delle sostanze, il relatore ha espresso, attraverso le fotografie, i metodi di assunzione ed effetti sul corpo umano l’assunzione di queste materie, a distanza di tre anni si consuma il corpo, la persona. Poi il relatore ha parlata dello spaccio e i pericoli che potrebbero incontrare i ragazzi ma non solo. “L’immagine di uno spacciatore non è uno che si è vestito un impermeabile e con gli occhiali?. Magari il primo spacciatore potrebbe essere anche il vostro compagno di classe, quindi bisogna essere attenti a tutti” esprime il dottore Bolla.

Grazie ai video, che ci ha mostrato il relatore, la fine che aspetta uno che usa sostanze stupefacenti non è molto avvenente: carcere, morte oppure ospedale per coloro che vogliono essere curati.

Dopo questo incontro molto informativo e interattiva, la serata è proseguita con gli assaggi della cucina turca e con le chiacchiere sul tema dell’incontro.

Ringraziamo infinitamente al dottore Bolla e ai partecipanti alla serata.

This slideshow requires JavaScript.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: