Rapporto fra le diverse culture

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl giorno 27 febbraio 2013 l’Associazione Interculturale Alba di Como ha ospitato la psicologa e psicoterapeuta Marica Livio.

La dottoressa ha iniziato a descrivere la sua biografia e del suo campo di specializzazione, campo delle famiglie migrate.

Il relatore ha tirato le linee generali della tendenza migratoria e ha paragonato alla recente storia della emigrazione italiana.

La dott.ssa Livio ha proseguito dicendo “In Italia oggi contano 5 milioni di stranieri concentrato soprattutto nel nord Italia, molto visibile anche a livello scolastico. Ma questo fatto crea una serie di problemi. Nella natura dell’uomo la diversità è stata sempre una questione di conflitti e problemi e spaventa.”

La dottoressa ha fatto un  esempio dell’ Africa, dove chiamano la gente del villaggio come “gente”e quelli vicini “La non gente”.  In seguito Livio ha dato un esempio del nord Italia per affittare una casa veniva chiesto il certificato di nascita attestando che è nato in Italia del nord oppure una raccomandazione del prete per i provenienti dal sud.

Emigrazione è un processo molto difficile da affronta ere. L’emigrato che appena si è trasferito in un paese che non conosce potrebbe avere delle malattie fisiche e/o psicologiche, fa tanta fatica ad inserire e adattarsi alla cultura della società , oppure potrebbe avere delle delusioni in contrasto con le sue aspettative che se era già fatto.

La dottoressa ha descritto brevemente la acculturazione con le quattro esiti:

–          Separazione: “Mia cultura è mia non prende niente dell’altra”

–          Emarginazione:  Lo straniero è perso nella società, non si riconosce più nella sua cultura d’origine.

–          Assimilazione/Mimetismo: “Copio il mio compagno di banco per come si veste e si comporta”

–          Integrazione/Interazione: Processo reciproco di interazione in due.

In un mondo in continuo movimento e globalizzato è molto facile trovare persone di diverse culture. Per andare d’accordo, per relazionarsi al meglio bisognerebbe rispettare le diversità altrui e focalizzare ciò che unisce.

Durante il discorso del relatore, il pubblico era molto attivo con le domande interessanti e con diversi interventi dei partecipanti per approfondire al meglio l’argomento .

La serata è proseguita con gli assaggi dolci e salti della cucina turca.

Ringraziamo tanto alla dottoressa Marica Livio e ai partecipanti della serata.

This slideshow requires JavaScript.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: